© 2019 by Deep Marketing Italy

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

Facebook: voi scrivete ma dall'altra parte non c'è nessuno [aggiornamento 2019]

L'organic reach di Facebook è calato drasticamente negli ultimi anni. Voi scrivete un post, pensate che prima o poi i vostri follower lo leggeranno, ma non è così. Perché buona parte dei post non sponsorizzati va "persa" nel News Feed e non raggiunge nessuno. Ovviamente Facebook un modo per ovviare a questo problema ce l'ha: vi fa pagare (il famoso post sponsorizzato). Ma un modo per battere in astuzia l'algoritmo c'è: potete geolocalizzare la targetizzazione del vostro News Feed. Gratis.


Facebook è uno strumento potente. Soprattutto per le piccole aziende sul territorio che hanno pochi mezzi e magari un sito internet non l'hanno nemmeno. Per questo bisogna sfruttarlo al meglio.

In particolare perché, nel mare magnum dei Feed dei vostri utenti, avrete sempre più difficoltà a far leggere quello che pubblicate: Facebook sta via via concedendo sempre più spazio ai post sponsorizzati e sempre meno ai post organici (per la gioia di noi che facciamo digital marketing!).

Il calo dell'organic reach ormai è probabilmente inarrestabile. I numeri non mentono: Buzzsumo, ad esempio, stima che solo nei primi 6 mesi del 2017 l'organic reach sia sceso del 20%.

(Per chi fosse digiuno di organic reach: trattasi del numero di persone che può essere raggiunto gratuitamente semplicemente scrivendo sulla propria pagina Facebook)




Perché l'organic reach di Facebook sta declinando?


Per capire come contrastare questo declino, dobbiamo prima capire a cosa è dovuto e come funziona il News Feed di Facebook.

Brian Bollard dell'Ads Product Marketing team di Facebook ha chiarito entrambe le questioni in un articolo illuminante.

Alla domanda “perché l'organic reach di Facebook sta declinando?” ha infatti risposto così (traduzione mia) :

Il primo motivo ha a che fare con un fatto semplice: ogni giorno vengono creati sempre più contenuti. […] Di questi tempi i contenuti prodotti sono così tanti che non si ha il tempo di consumarli. Sono in media 1500 al giorno le storie che possono apparire sul News Feed ogni volta che una persona accede a Facebook. Per chi ha molti amici e molti Page like le storie potenziali potrebbero essere anche 15000.
[…] Il secondo motivo ha a che fare col funzionamento del News Feed. Invece di mostrare tutto il possibile contenuto, News Feed è programmato per mostrare ad ogni persona su Facebook i contenuti più rilevanti. Delle 1500 storie che una persona potrebbe vedere quando entra su Facebook, su News Feed ne saranno visibili circa 300.

Prima di proseguire fermiamoci un attimo e rileggiamo questa affermazione di importanza capitale:

News Feed è programmato per mostrare ad ogni persona su Facebook i contenuti più rilevanti


Post + engament = successo


Se Facebook mostra i vostri post (non sponsorizzati) a sempre meno persone sulla base della rilevanza tra contenuto ed utente, quel che vi rimane da fare è limitare la visione su feed del vostro post agli utenti che sono davvero interessati a quell'argomento.

Questo non solo perché così facendo aumentano le possibilità che questo appaia sul News Feed, ma anche perché se il contenuto è più rilevante, aumentano di conseguenza le possibilità che questo ottenga maggiori engagement.

E gli engagement hanno l'effetto di una valanga: travolgono ogni cosa sul loro cammino. Anche gli algoritmi di Facebook. Ecco quindi che se un vostro post viene condiviso da una persona con 200 amici, quel contenuto ha improvvisamente la chance di comparire sul feed di altre 200 persone!


Come aumentare la rilevanza di un post


Il modo più semplice per aumentare la rilevanza di un post è geolocalizzare la targetizzazione del mio News Feed.

Perchè?

Facciamo un esempio.

Mettiamo caso che io gestisca un sito di eventi a livello nazionale e scriva un post su un evento teatrale che si svolgerà a Reggio Emilia. Si tratta di una compagnia teatrale conosciuta perlopiù a livello locale. Perché allora “ingolfare” l'algoritmo del News Feed scrivendo anche per i miei follower del Piemonte, del Lazio, della Sicilia? Per loro questo evento non è rilevante.

Piuttosto, per aumentare le possibilità che il mio post venga letto ed ottenga engagement (leggi: like e condivisioni), la scelta migliore che posso fare è geolocalizzare il post targetizzando gli utenti della sola provincia dell'evento.


Come geolocalizzare un post organico su Facebook


Per geolocalizzare un post sfruttiamo uno dei più recenti tool di Facekook: l'Audience Optimization.

Vi illustro qui di seguito tutte le istruzioni, step-by-step, per attivare la geolocalizzazione del News Feed.

  • Andate sulla vostra pagina Facebook e cliccate “Impostazioni” in alto a destra.



  • Cliccate “Modifica” alla voce “Pubblico della sezione notizie e visibilità dei post”.



  • Selezionate “Consenti la selezione del pubblico della sezione Notizie e le opzioni di visibilità del post per questa Pagina” e poi cliccate “Salva modifiche”.



  • Scrivere il vostro post. Una volta finito, cliccate sul tab "Tutti" che figura in basso e poi selezionate "Targetizzazione nella sezione Notizie".



  • Ecco che vi si aprirà un box con la “Targetizzazione delle sezione notizie”. Tralasciate gli “Interessi” (è un'opzione limitata: potete selezionare soltanto le connessioni a pagine di cui siete amministratori o sviluppatori) e concentratevi su “Luoghi”.



  • Sotto questa dicitura potete aggiungere la località che preferite: stato, regione o una città. Da notare che, una volta scelta la la località, in basso vi apparirà la stima della copertura.




  • Cliccate quindi “salva” e il vostro post sarà finalmente targetizzato per la geolocalizzazione!